INFOCLUB APRILE 2020

Carissimi Soci,avrei desiderato aprire questa informativa con la notizia, o quantomeno la previsione prossima della ripresa dell’attività di volo e conseguentemente la frequentazione del nostro Club. Il desiderio di riprendere a volare va di pari passo con la frustrazione generata dalla oramai lunga sospensione e attesa a cui questo fermo ci obbliga.Non amo quindi fare vaghi pronostici. Senza elementi incontrovertibili, non possiamo fare valutazioni su come e quando riprenderemo a volare,Quello che però possiamo fare, è fin da ora organizzarci come se ritornare a volare dovesse accadere tra qualche giorno.Con l ‘INFOCLUB di aprile integriamo quindi le comunicazioni già emesse durante il mese appena trascorso.

Per quanto riguarda l’operatività degli aeroporti, aviosuperfici, elisuperfici e idrosuperfici, (comprese quelle non gestite e occasionali), sono in emissione i nuovi NOTAMPer quanto riguarda l’aeroporto di Padova (LIPU) non cambia nulla, l’aeroporto rimane chiuso come sotto riportato. In pratica fino al 17 maggio salvo cancellazioni o modifiche anticipate di Notam e Decreti, l’aeroporto è chiuso ai voli eccetto per quelli riportati nel Notam stesso.Inoltre  l’ Agenzia europea EASA  all’ Annesso 1 data 29 aprile 2020, validità da 1 maggio 2020 riporta l’elenco degli aeroporti europei ad alto rischio di contagio dell’infezione COVID-19, tra i quali sono compresi tutti gli aeroporti del Veneto (oltre a Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Toscana);  L’ordinanza regionale n°56 27/04/2020 prevede dalle ore 06.00 del 28 aprile fino al 3 maggio compreso la possibilità per i proprietari di velivoli di recarsi fuori dal comune di residenza per lo svolgimento di attività di manutenzione e riparazione necessarie per la tutela delle condizioni di sicurezza e conservazione del bene. Il DPCM 10 aprile 2020 prevede invece che il Pilota proprietario in possesso dell’autorizzazione dell’ ENAC, in base al Regolamento C.E.1321/2014 art M.A. possa recarsi in aerodromo per gli interventi di manutenzione previsti dal programma approvato da ENAC e previa comunicazione al Prefetto. (ENAC 21/04/2020 e AECI prot.7902);

C0550/20 NOTAMR C0391/20
Q) LIMM/QFAXX/IV/NBO/A/000/999/4523N01150E005
A) LIPU B) 2004171524 C) 2005032159 EST
E) TESTO ITALIANO:
COVID-19:
AEROPORTO CHIUSO A TUTTO IL TRAFFICO AD ECCEZIONE DI VOLI DI STATO,
AEROMOBILI DI STATO, EMERGENZA E SANITARI, SOCCORSO.
I VOLI DI AVIAZIONE GENERALE E DI LAVORO AEREO SONO CONSENTITI COME
PREVISTO DAL NOTAM DI RIFERIMENTO IN VIGORE.
IN ACCORDO CON IL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
DECRETO 153/2020.
ENGLISH TEXT:
COVID-19:
AERODROME CLOSED TO ALL CIVIL TFC EXC FOR STATE FLT, STATE ACFT,
EMERG AND MEDICAL, SEARCH AND RESCUE. GENERAL AVIATION FLT AND
AERIAL WORK ACT IS AUTH AS REGULATED BY RELEVANT NOTAM IN FORCE.
IN COMPLIANCE WITH MINISTRY OF INFRASTRUCTURES AND TRANSPORT
DECREE 153/2020.
REF AIP AD2 LIPU 1-1

Come già riportato nell’aggiornamento datato 19 aprile, confermo la possibilità per i Soci Piloti che avessero delle abilitazioni in scadenza a maggio, di comunicare via mail alla segreteria l’esigenza di estensione. Il giorno 26 aprile due Soci hanno usufruito gratuitamente di questa opportunità, grazie alla collaborazione con l’Aeroclub di Verona.Si ricorda che l’estensione NON E’ UN RINNOVO. Quando sarà possibile tornare a volare, il Pilota dovrà svolgere le procedure necessarie per il rinnovo tra cui l’eventuale completamento dell’attività di volo minima prevista. Nota Informativa ENAC 2020.010 allegata alla mail del 19 aprile.

ENAC, con la NOTA INFORMATIVA NI-2020-016 del 30 aprile prevede l’estensione della scadenza del Certificato Medico di 2a classe (salvo non vi siano limitazioni operative – vedi allegato). Tale estensione viene concessa ai piloti con Certificato Medico valido alla data del 17 marzo 2020 e con scadenza antecedente la data del 31 luglio 2020. Inoltre il Certificato Medico non deve riportare limitazioni diverse da quelle ordinarie (ovvero: VDL,VML,VNL,CCL). L’estensione sarà automatica, senza alcuna azione da parte del Pilota né da parte di ENAC. Il normale rinnovo è comunque possibile senza usufruire di questa procedura, in quanto molti medici AME sono operativi.

L’Aero Club di Padova ha aderito ad una lettera (allegata alla mail speditavi il 19 aprile), in comune con molti altri Aeroclub e firmata da tutti i Presidenti coinvolti, per evidenziare lo stato di difficoltà nel quale si verranno a trovare le nostre Associazioni e l’indotto collegato, se non sarà ripresa a breve l’attività di volo sociale e scuola.Abbiamo quindi con spirito propositivo, preparato un protocollo di contenimento del rischio COVID-19 così da poter riprendere al più presto ma in sicurezza le nostre operazioni.Il 30 aprile l’Aero Club d’ITALIA ha richiesto un tavolo tecnico con ENAC per discutere la ripresa di tutte le attività di volo sportive.

E’ evidente che non c’è solo il desiderio di tornare alle nostre pratiche aviatorie il più presto possibile, e quindi che gli Aeroclub si autofinanziano e che la loro sopravvivenza è direttamente proporzionale a quanto i soci e la scuola volano. In questo contesto ogni club ha e/o avrà le sue difficoltà da superare, in particolare se questa situazione si dovesse protrarre troppo nel tempo. Dobbiamo evitare di stallare e soprattutto, evitare un ingresso in vite non recuperabile !A questo proposito l’ Aero Club d’Italia ha posticipato all’autunno il pagamento dell’associazione federativa, ENAC ha sospeso i pagamenti, e stiamo utilizzando gli ammortizzatori sociali disponibili ed eventuali agevolazioni fiscali. Il Consiglio Direttivo sta valutando l’opportunità e la convenienza degli aiuti economici messi a disposizione con il DPCM relativo. Ovviamente eventuali contributi a fondo perduto disponibili per il nostro settore saranno tempestivamente richiesti.

ACCESSO CLUB VIA SORIO

In relazione alle disposizioni attuali, che ovviamente verranno aggiornate se necessario, vi riporto quanto segue così da essere pronti nel momento in cui l’Aeroclub riprenderà la sua operatività. La movimentazione di soci e visitatori è nel nostro ambito piuttosto relativa, quindi sarà più facile per tutti noi rispettare le norme del distanziamento sociale, che con buona volontà e buon senso seguiremo senza particolari problemi.

1) Note informative esposte all’esterno e all’interno degli spazi gestiti dal Club, in base alle norme richieste per il contenimento da contagio COVID 19 (DPCM, ENAC, etc.).Probabile delimitazione (cancelletto o cordone) in prossimità dell’ingresso interno stradale a est.
2) Utilizzo dispositivi di protezione individuale (mascherina senza valvola, guanti o gel disinfettante personali). Se sarà previsto, misurazione della temperatura.Mantenimento del distanziamento sociale in 2 o 1 metro a seconda dei casi.
3) Accesso ai locali del Club contingentati in base alle disposizioni che verranno emanate. Ingresso singolo in segreteria.
4) Il Club provvederà ad una dotazione di mascherine e guanti per eventuali necessità. Saranno predisposti gel e/o prodotti igienizzanti.
5) Le lezioni a distanza continueranno fino a nuova comunicazione e  anche dopo l’attuale emergenza potranno coesistere in associazione con quelle in aula quando sarà possibile. Probabilmente il numero massimo in aula sarà di tre persone (es.: due allievi e l’istruttore), e comunque in tutti i locali disponibili si dovrà rispettare il distanziamento sociale e l’utilizzo dei dispositivi di protezione.
6) Nei prossimi giorni effettueremo un riordino dei locali, la sostituzione delle plafoniere e quindi verrà effettuata una sanificazione da parte di una Ditta specializzata.

ACCESSO OFFICINA

Si rende necessario regolamentare l’accesso in Officina, sia per rispettare le stringenti disposizioni previste per i luoghi di lavoro, sia per rispettare le normali norme di sicurezza e accesso che già regolamentano in particolare le officine meccaniche. Le regole di seguito riportate in parte già attive, vengono integrate e saranno aggiornate se necessario.

1) E’ FATTO DIVIETO l’accesso in Officina a tutti i Soci ed alle persone non autorizzate.
2) Sarà regolamentato il rilascio e la riconsegna dei velivoli in base alle prenotazioni. (Preparazione a/m, sanificazione, rifornimento, QTB, etc.).
3) Rispetto degli orari di prenotazione per permettere un corretto svolgimento delle operazioni. La prenotazione dovrà contenere due margini di 30′ prima e dopo il volo per permettere la conseguente sanificazione. Per esempio se volo dalle 09.00 alle 10.00 prenoterò l’aereo dalle 08.30 alle 10.30.
4) Attualmente l’accesso da via Isonzo non è utilizzabile dai Soci fino a nuova comunicazione. La linea di volo sarà raggiungibile esclusivamente dall’ingresso di via Sorio.I movimenti all’interno del sedime aeroportuale da e per la linea di volo avverranno indossando il giubbetto alta visibilità e se disponibile con la Panda o con le biciclette che saranno incrementate di numero.

RIPRESA VOLO

Facendo riferimento alle raccomandazioni di sicurezza volo EASA, ENAC, AECI e al protocollo di contenimento del rischio contagio alla cui proposta l’Aero Club di Padova ha aderito, per quanto riguarda la ripresa volo, si fa riferimento in primis al nostro regolamento Soci ed utilizzo aeromobili. E’ stato predisposto un modulo standard per la missione di ripresa e l’istruttore valuterà la tipologia e la durata della stessa in funzione delle necessità individuali.Obiettivo principale è riprendere le attività di volo in sicurezza, quindi la missione potrà comprendere qualche circuito oppure estendersi ad altre manovre a discrezione dell’istruttore. Ricordo che gli istruttori disponibili effettueranno le riprese volo senza costi né per il Socio né per il Club.Per la prenotazione della ripresa volo si dovrà telefonare alla nostra segreteria o contattare il Responsabile dell’Addestramento.

NOTIZIE TECNICHE

Il Cessna 172 N I-AQUI in maggio ha in scadenza l’elica che però non è più in tolleranza per una sua revisione. Abbiamo già reperito e acquistato un’elica uguale e revisionata. Sta continuando l’opera di restauro del PA 18 e in questi giorni è stata completata la verniciatura. Il Cessna 150 I-ALAB dopo le prossime 10 ore di volo sarà sottoposto alla manutenzione prevista delle 200 ore.

Il nostro Aero Club è ora associato ad A.O.P.A. ITALIA (Aircraft Owners and Pilot Association) senza costi per il Club. Aderire a questa associazione di Piloti, Aeroclub e Aziende aeronautiche con le rispettive associazioni presenti in tutto il mondo può servire a promuovere iniziative e risolvere alcune problematiche inerenti la nostra attività, in particolare in questo momento di difficoltà per il nostro settore, è importante far sentire la nostra voce e sollecitare in modo unito e coordinato la necessità per i Clubs, le Scuole di Volo e le Aziende del settore di tornare alle loro attività. www.aopa.it
Provvederò ad informarvi e a tenervi aggiornati in particolare per quanto riguarda le notizie inerenti la riapertura del Club e la possibilità di tornare a VOLARE.


Buon fine settimana,
Il Presidente Federico Mastrogiacomo